top of page
Il Respiro della Foresta
Narrazioni Fotografiche in due atti

per ordinare la tua copia scrivi a
claudiagiusti@msn.com

ll respiro della foresta è un progetto che nasce prima della pandemia e si sviluppa come risposta terapeutica ad essa.

Nel 2017, per la prima volta emerge l'idea di rappresentare visivamente il mio legame con gli alberi e con alcune delle foreste più significative d'Europa. Mossa da una forma di terapia forestale che mi spinge a recarmi nei boschi ogni volta che ho necessità di ossigenarmi e rilassarmi, ho voluto narrare il mio modo di connettermi a questo ambiente naturale prendendo ispirazione da una delle mie pratiche preferite: la meditazione.

Per iniziare tale esercizio mi siedo, chiudo gli occhi, allineo la schiena e mi concentro sul respiro.

Nella pratica yoga, o in molte altre discipline orientali, l’atto del respirare è scandito dal movimento verticale del diaframma: nell’inspirazione il muscolo scende; nell’espirazione il muscolo sale. Da qui la pratica di eseguire dei dittici, nati come due tempi del respiro: un inspiro ed un espiro. Così la macchina fotografica, emulando questo movimento, si abbassa e si alza e imprime sul sensore la mia connessione con la foresta scelta.

Il progetto non ritrae un solo bosco. Negli anni ho creato una mappa europea di foreste a me care (e particolarmente tutelate) in cui mi sono recata in diverse stagioni dell’anno per rappresentare il ciclo vitale di questi complessi organismi, che al pari del nostro corpo, vivono degenerazioni e fioriture. Il progetto ha come obiettivo la pubblicazione di un libro autoprodotto. Oltre a presentare una trentina di dittici, vorrei sensibilizzare il lettore sulle maggiori criticità di ogni foresta che racconto e rappresento.

bottom of page